Clippers in avanti Blake Griffin, a sinistra, e Houston Rockets in avanti Trevor Ariza scambiano le parole prima che custodia iphone 4 portafoglio star wars entrambi siano stati espulsi negli ultimi secondi della partita di lunedì allo Staples Center. Dopo la partita, Ariza è stata tra un gruppo di Rockets che hanno cercato apple custodia in silicone iphone 7 plus di entrare nello spogliatoio dei Clippers attraverso un corridoio sul retro per avere ulteriori parole con Griffin e feriti Clippers a guardia di Austin Rivers. (Foto AP / Mark J.

Il coach Doc Rivers lo ha detto prima della partita e di nuovo dopo, specificando in particolare la preparazione della squadra per i Rockets, ‘Non è più un Clipper, e non parliamo di lui’.

Il ritorno di Paul dopo il trade offseason che ha aiutato a orchestrare è stato lo custodia iphone con anello sfondo emotivo di una serata che ha avuto bisogno di emozioni extra come se fosse necessaria una terza squadra arrabbiata.

I Clippers che ha scelto di abbandonare hanno suonato con quello che è diventato il loro custodia iphone 6 plus batteria stile di firma in effetti fastidioso mentre la relazione interrotta tra Paul e la sua ex squadra era facile da leggere come le labbra di Blake Griffin.

Lì Griffin è stato, nei minuti finali, catturato da telecamere custodia iphone 8plus spigen che hanno detto una cosa molto brutta nei confronti dell’allenatore di custodia iphone 8 plus fluo Houston Mike D ‘Antoni.

Nel caso in cui qualcuno lo avesse perso custodia selfie iphone 6 la prima volta, i Clippers utili hanno riprodotto le immagini sugli enormi schermi dello stadio.

‘Non hai visto’ Disse poi Griffin, quando gli chiesero cosa avesse pronunciato custodia calzino iphone 7 nella direzione di D ‘Antoni’. L’ho visto sul tabellone. Dopo aver detto quello che ha detto, ho detto la stessa cosa indietro. ‘

Quindi è stato vintage, ha detto, ma con entrambi sta dicendo la stessa cosa: in altre parole, non è stato detto, ha detto tanto quanto abbiamo detto.

D ‘Antoni era emozionato perché sentiva che Griffin aveva intenzionalmente preso contatto con lui lungo le linee laterali, l’idea di un atleta professionista di 6 piedi e 250 libbre che invadeva il tuo spazio personale comprensibilmente sconvolgente.

Griffin era emotivo perché, beh, perché è così che gioca: insieme a D ‘Antoni, ha avuto in ritardo i giochi con Eric Gordon e Trevor Ariza di Houston.

E questo accadeva prima che Griffin si strappasse la maglia e la consegnasse a un fan in rotta per lasciare la corte in seguito alla sua espulsione, una risposta perfettamente irrazionale che il proprietario Steve Ballmer urlò di gioia.

Certo, Ballmer è stato notato con delizia per le cose molto meno vulcaniche, essendo questo un miliardario di corte che si comporta come una scodella superiore.

Quando ha comprato la squadra nel 2014, Ballmer ha promesso che i suoi giocatori sarebbero stati ‘hardcore’, anche se non è stato in grado di spiegare veramente cosa significasse.

Forse stava parlando di questo: i Clippers hanno prodotto l’evento sportivo più combattuto e angosciato del giorno allo Staples Center solo poche ore dopo che l’edificio ospitava una partita di hockey.

‘Abbiamo trovato un modo per farlo’, ha spiegato Griffin, la cui squadra ha vinto cinque di fila. ‘Se è facile, è divertente. Abbiamo combattuto. Ci siamo scambiati le spalle l’un l’altro.

Apparentemente, ha mostrato di nuovo dopo il gioco, anche se poche persone hanno visto accadere in quel momento.

Con i Rockets che tentano di entrare nello spogliatoio dei Clippers sia dalla porta d’ingresso che da un corridoio sul retro Una doppia violazione: secondo quanto riferito, la squadra di casa si preparò per un alterco prima che intervenisse la sicurezza dell’arena.

Ora, per non mancare di rispetto alla sicurezza dell’arena o altro, ma, in base alle prove e al layout dell’edificio, il primo Clipper che i Rockets provenienti da dietro avrebbero incontrato una volta nello spogliatoio era DeAndre Jordan.

Solo un’ipotesi, ma, se Jordan fosse nel suo angolino sul retro, la sua presenza di 6 11, 265 sterline probabilmente era anche un leggero deterrente.

Se questo scenario sembra vagamente familiare a custodia iphone 7 rossa silicone chiunque abbia mai praticato uno sport, c’è una ragione per cui, entrando nella sua conferenza stampa post-partita, custodia apple originale iphone 8 plus Rivers ha scherzato sul fatto di tornare alle superiori.

‘Era un classico NBA’, ha detto un testimone a ESPN. ‘Nessuno di questi ragazzi avrebbe combattuto’.

Tuttavia, l’intensità della situazione era tale che due delle custodia iphone 6 harley davidson figure principali coinvolte Austin Rivers of the Clippers e James Harden of the Rockets perse la partita a custodia iphone 6s silicone personaggi causa di infortuni.

DNP, per la cronaca, sta per ‘Did not Play’, che è chiaramente estraneo a ‘Did Not Participate’, Rivers e Harden abbastanza salutari da uscire dalla panchina, purché uscire dalla panchina significava solo colpire l’altro in il petto.

‘Ero davvero orgoglioso di loro’, ha detto Doc Rivers dei Clippers. ‘Devi ancora giocare custodia full body iphone 6s duro, questo è il nostro talento. Ero preoccupato perché le emozioni ti derubano del talento, sai, della tua energia. Non lo abbiamo permesso. ‘

No, non lo erano. I custodia iphone 7 plus minnie Clippers non permettevano molto il lunedì, una notte che improvvisamente andava in luoghi lontani inaspettatamente ma, per fortuna, si fermò prima che qualcuno viaggiasse oltreoceano…